La batteria del cellulare si è gonfiata

Perchè la batteria del cellulare si è gonfiata? La causa più probabile è sicuramente il surriscaldamento della batteria durante la carica .

La batteria può gonfiarsi talmente tanto da non permettere allo sportellino di chiudersi. Nokia ha rilasciato un’informativa di prodotto per la batteria a marchio Nokia BL-5C in quanto, in casi rari, le batterie potrebbero potenzialmente surriscaldarsi a causa di un corto circuito innescato durante la carica, causando una fuoriuscita della batteria dalla propria sede.

Cosa può accadere quando la batteria si gonfia?

  • Solitamente una batteria gonfia è danneggiata e quindi la durata della carica può essere minima
  • E’ possibile che si sirriscaldi notevolmente mentre è in carica
  • Può danneggiare il cellulare
  • In casi rari può anche esplodere (come testimoniano gli articoli qui sotto)

Cosa fare quando la batteria è gonfia?

  1. Togliere e buttare immediatamente la batteria nei contenitori appositi.
  2. Sostituire la batteria con una nuova originale. Evita assolutamente di comprare una batteria non originale “made in china” perchè potrebbe essere molto pericolosa.

1) Batteria nokia BL-5B gonfia di profilo

2) Batteria BL-5B (gonfia) di un NOKIA N80messa a confronto con una batteria BL-5C di un nokia n70

3) Nokia n80 con batteria gonfia. Lo sportellino non si chiude

Quali danni fisici alla persona può arrecare una batteria che esplode?

Gli articoli citati qui sotto parlano chiaro; non c’è nulla da scherzare con le batterie, possono provocare lesioni profonde e portano addirittura alla morte. Non farti spaventare, sono casi molto rari, ma sono cose che possono accadere se non si sta attenti. Le responsabili di questi incidenti sono proprio le batterie tarocche, quelle made in china. Fate attenzione: è sempre meglio evitare di risparmiare pochi euro quando in gioco c’è la salute.

In Cina un giovane è stato ucciso dall’esplosione della batteria del suo telefono cellulare

05.07.2007 La notizia è destinata a destare scalpore, in quanto riporterebbe della prima morte avvenuta per causa diretta di un telefono cellulare.

Il sito Breibart.com riporta di un giovane cinese di 22 anni esposto all’esplosione della batteria del suo cellulare, mentre era al lavoro. Una delle concause dell’incidente sembra essere l’alta temperatura del luogo in cui stata lavorando il giovane.

L’esplosione della batteria ha portato alla frattura di una costola, che si è conficcata nel cuore, portando alla rapida morte del lavoratore cinese. Non è stato reso noto il nome del produttore del telefono, ma l’agenzia riporta che quest’ultimo è stato informato del fatto e che esperti stanno indagando sull’accaduto.

Al momento erano noti solo casi di esplosioni di batterie di laptop, il fatto che sia accaduto su un cellulare è allarmante, in quanto il telefono viene tenuto decisamente più a contatto con il corpo.

Esplode la batteria del cellulare: Nessun ferito

09.10.2007 Il 9 ottobre 2007 gli artificieri si sono dovuti precipitare in una scuola di Des Moines, capitale dello stato dell’Iowa, in seguito alla segnalazione del boato di un’esplosione all’interno dell’edificio. Giunti sul posto, hanno scoperto che il botto era stato provocato non da una bomba, bensì dall’esplosione della batteria del cellulare di uno studente.

Stando a quanto riportato sul quotidiano locale, nessuno si sarebbe ferito. La batteria sarebbe esplosa in seguito alla manomissione da parte di uno studente. Non è stata proferita parola su marca e modello della batteria protagonista della vicenda, ma è lecito supporre si tratti di una copia di “manifattura incerta”: il classico, economico taroccone, insomma.

Non è la prima volta, infatti, che batterie da pochi soldi saltano in aria. Ma neppure prodotti di marca si sono dimostrati affidabili al 100%. A fine agosto scorso, infatti, a Kolkata, in India, la batteria originale (modello BL-D3, prodotto da Matsushita) di un Nokia è esplosa ferendo una donna incinta. Questo è avvenuto mentre Nokia stava ancora completando il ritiro dal mercato di ben 46 milioni di esemplari del modello BL-5C, potenzialmente pericoloso, sempre prodotto da Matsushita (altrimenti nota come Panasonic).

Le esplode il cellulare tra le mani: “Sembrava una bomba”

27.06.2009-L’esplosione è stata improvvisa. Un colpo violento, che ha richiamato l’attenzione dei vicini di casa. “Sembrava una bomba”, hanno riferito. Invece era un telefono cellulare, esploso in mano alla sua proprietaria, una torinese in vacanza in Calabria, che ha riportato “estese scottature” al viso, al seno e a una mano.

La sua denuncia ha fatto aprire un’inchiesta al pm Raffaele Guariniello, che ha ipotizzato il reato di immissione sul mercato di prodotti pericolosi. Nel mirino del magistrato torinese è finita, in particolare, la batteria del cellulare. Un accessorio ‘made in China’, acquistato dalla donna in un negozio di Torino. Da un primo esame dei resti del cellulare, sembra infatti che ad esplodere sia stata proprio la batteria. “Avevo appena scattato una foto da spedire a casa – ha raccontato la protagonista dell’incidente – quando ho sentito la batteria scaldarsi. Non ho fatto in tempo a posare il telefono che è scoppiato”.

Anche il referto medico del pronto soccorso dove la donna era stata medicata parla della “fuoriuscita dalla batteria, in seguito alla fiammata, di materiale polveroso che le si è appiccicato sulla pelle provocando le estese scottature riscontrate”. Quanto basta per far scattare, da parte della magistratura, i primi sequestri a scopo cautelativo in attesa dei risultati della consulenza affidata ad un perito del Politecnico di Torino. Oltre alle modalità di costruzione e di collaudo delle batterie, Guariniello vuole far luce anche sul ruolo di chi le importa in Italia per commercializzarle. Il surriscaldamento delle batterie, e la loro esplosione, sembra un fenomeno diffuso. Accade con quella dei telefonini, ma anche con quelle dei notebook.

E in alcuni casi le conseguenze possono essere drammatiche. Nei mesi scorsi, un giovane operaio cinese è stato ucciso dall’esplosione del suo cellulare. E i siti internet specializzati in telefonia e argomenti analoghi riferiscono di decine di incidenti di questo genere, per fortuna con conseguenze meno gravi, in tutto il mondo. Gli esperti consigliano di acquistare solo batterie originali.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

*