Massima privacy con le Sim anonime

Le discussioni sul rapporto tra privacy e sicurezza stanno diventando sempre più interessanti e di attualità. Come molti sanno le aziende telefoniche durante la richiesta di attivazione del servizio chiedono i nostri dati e un documento di identità per motivi di sucurezza ed evitare di addossarsi le responsabilità. Infatti, se volessimo avere una sim anonima, in italia sarebbe impossibile ottenerla e per un motivo o per un altro saremmo facilmente rintracciabili.

Iniziamo dicendo che l’impossibilità di ottenerla è data dal fatto che ogni operatore telefonico è obbligato a chiedere i vostri dati per stipulare un contratto.

Come faccio ad ottenere una sim anonima legalmente?
In alcuni paesi come la Gran Bretagna o gli Stati Uniti è consentito acquistare le sim senza mostrare un documento d’identità e l’attivazione avviene con la prima ricarica. Avendo queste informazioni è facile intuire che la strada da seguire è quella dell’acquisto all’estero. Sembrerebbe una cosa molto complicata ma  esistono delle società che si occupano solo di questo e garantiscono un ottimo grado di anonimato. Il pagamento della ricarica potrebbe essere l’unico momento in cui potremmo lasciare delle traccie per esempio attraverso la nostra carta di credito, ma anche questo problema è facilmente superabile con carte di credito prepagate anonime anch’esse o attraverso un intermediario come la società che ci fornisce il servizio. Tutto questo in italia è consentito dalla legge.

Sono veramente anonimo con questo tipo di sim?
Il grado di anonimato è sicuramente molto buono ma come per il resto delle cose dipende dalla cura con cui scegliamo le società e le sim che forniscono il servizio. Il primo vantaggio immediato è sicuramente quello di non avere il numero associato al proprio nome e questo potrebbe già essere un punto a favore per queste sim. Il secondo vantaggio ma anche l’aspetto più importante è che sarebbe difficile effettuare delle intercettazioni legali perchè come abbiamo spiegato in un precedente articolo sulle intercettazioni è l’operatore telefonico che si occupa di registrare i dati che poi verranno inviate all’autorità giudiziaria e in questo caso nessun operatore italiano sarebbe autorizzato a farlo semplicemente perchè la sim non è italiana. Anche ipotizzando che la sim sia in qualche modo collegata a noi per via dell’acquisto diretto delle ricariche o se avessimo fornito il nostro nome per il contratto, ci sarebbero comunque dei problemi per effettuare delle indagini sarebbero necessarie delle autorizzazioni che molto raramente vengono concesse da parte di paesi stranieri al di fuori dell’unione europea.

Quali sono le possibili applicazioni?
L’anonimato è il pregio di queste sim quindi è impossibile che qualcuno ci sorvegli, o che un operatore di call center sveli (anche per sbaglio) a chi è intestato un numero di cellulare, rischiare di divulagare informazioni imbarazzanti o particolarmente delicate dal punto di vista della sicurezza. Questo potrebbe essere un utile strumento anche per i funzionari della polizia.

Quali sono i costi?
A differenza di quello che si potrebbe pensare i costi sono abbastanza contenuti e alla portata di tutti. Non si pagano le telefonate in arrivo e il resto è in base al servizio scelto.

Dove posso acquistare una sim anonima legalmente?
Facendo una piccola ricerca si trovano tanti venditori occasionali e diverse inserzioni. Il mio consiglio è quello di affidarvi ad aziende serie anche se la spesa fosse leggermente più alta, in questo modo non rischiereste brutte sorprese. Un ottimo servizio è fornito da Mobileprivacy. Clicca qui per l’acquisto.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

*