Profili automatici su Android

profili automatici android homepage Profili automatici su Android

Tra i tanti pregi che dobbiamo riconoscere ai nostri evoluti e fantascientifici smartphone sicuramente non bisogna dimenticare gli automatismi. Un tempo, per ogni esigenza, c’era bisogno di un input da parte nostra. Oggi buona parte delle azioni quotidiane e di routine possono essere automatizzate. Ho provato 3 programmi che permettono di impostare i profili secondo le nostre preferenze a partire da condizioni prestabilite.

Un esempio esplicativo può riguardare chi abitualmente si reca in ufficio. Sapendo di essere ogni giorno in un certo luogo, ad una stessa ora, si può fare in modo che il telefono imposti autonomamente suoneria e connessioni per essere discreti e magari anche risparmiare batteria. Niente più figuracce se dovesse squillare il cellulare in riunione!

Intanto vi segnalo le app che ho avuto modo di provare: Setting Profiles Lite, Toggle Setting Profiles Lite, Modus Operandi. Come potete dedurre dai titoli, i primi due, sono le versioni ridotte dei rispettivi programmi a pagamento (tra i 2 e i 3€). Per quanto riguarda il primo, la limitazione sta nel numero di regole che si possono attivare contemporaneamente: una sola. Il secondo, invece, ha comunque un vincolo sulle regole e dei banner pubblicitari. Modus Operandi è totalmente gratuito.

Premesso che tutti e tre permettono di accedere alle stesse configurazioni, le differenze principali stanno nell’interfaccia, nella completezza e nella praticità. Spendo qualche parola sugli aspetti più interessanti dei singoli programmi

  • Setting Profiles Lite: si presenta molto bene, in pieno stile android, sfondo nero e scritte grigie. Viene installato senza regole preimpostate e potete iniziare da subito a creare i vostri profili. Entrando nel programma vi troverete di fronte ad una schermata vuota, se non per quattro etichette che si trovano in alto. Nella sezione profili potrete inserire tutte le impostazioni che vorrete cambiare a seconda delle situazioni. I profili potranno essere cambiati automaticamente sulla base delle regole che voi sceglierete: la posizione, l’orario, lo stato di carica della batteria, lo stato delle chiamate, stato degli sms… e molte altre. Il vero limite di questa app è proprio qui. Purtroppo nella versione lite si può tenere attiva una sola regola alla volta. Potrebbe essere un limite fastidioso per molti. Nel tab “posizioni” è possibile impostare diverse località che funzioneranno da operatore condizionale. Carina la possibilità di poter inserire un widget in homepage per lo switch dei profili.
  • Toggle Setting Profiles: si presenta con un popup composto di tre tab. La principale mette in risalto i profili preconfigurati, ma modificabili, dagli autori. Le altre due hanno pulsanti che permettono di modificare le singole impostazioni del telefono. Dal WiFi alla modalità aereo. Per accedere alle regole bisogna premere il pulsante “menù” ed entrare nella sezione corrispondente. Una volta attivato il “rule engine” avrete modo di sbizzarrirvi con le regole su cui basare le vostre automazioni. Tramite la versione “lite” potrete definire un solo, nuovo “ruleset” al cui interno porre 3 condizioni. Un piccolo passo avanti rispetto a Setting Profiles Lite. Tornando alla pagina principale si può accedere, da “preferences”, al menù di modifica dei profili. Si può fare in modo che l’applicazione si posizioni nella tendina delle notifiche per un accesso rapido.
  • Modus Operandi: ha un’interfaccia gradevole e semplice. Quattro pulsanti permettono di accedere a tutte le potenzialità del programma. La prima cosa da fare è scaricare separatamente i plugin che pensate vi serviranno. Infatti il programma viene fornito sprovvisto di accessori per fissare le regole. Un po’ scomodo, devo ammetterlo. Una volta aggiunte le funzioni necessarie si può entrare nella sezione “nuova situazione” e iniziare a configurare i profili e le condizioni, tutto qui. E’ abbastanza personalizzabile, ma forse un po’ meno potente dei concorrenti. C’è da dire che è il più “giovane” tra i programmi recensiti e che comunque gode di un ottimo supporto, anche di programmatori esterni. E’ indubbiamente il più user friendly. Non sono a disposizione widget o scorciatoie “smart”, se non la classica icona sul desktop.

Qualche screenshot delle schede relative alle regole:

profili automatici android regole Profili automatici su Android

Setting Profiles - Toggle Setting Profiles - Modus Operandi

Non svelerò la mia preferenza, lascio che siate voi a decretare il “vincitore”, perciò ecco i link per il download: Setting Profiles Lite, Toggle Setting Profiles Lite, Modus Operandi

You can leave a response, or trackback from your own site.

One Response to “Profili automatici su Android”

  1. Alessandro scrive:

    A me piace molto Profile Scheduler che qui non è menzionato.

    Ritieni il commento interessante? Thumb up 0 Thumb down 0

Leave a Reply

*
Powered by WordPress | Designed by: wordpress themes free | Find Free WordPress Themes and find best wordpress themes at wordpress 4 themes.